Manutenzione: “operazione bici perfetta” in 5 mosse

Con l’arrivo della bella stagione è il momento di riportare la nostra fedele bicicletta al suo stato ottimale.

Per mesi la bici è rimasta pazientemente parcheggiata in cantina, o in garage, aspettando giorni migliori. Dopo tanta inattività ha sicuramente bisogno di qualche intervento di manutenzione prima di riprendere la strada in piena sicurezza. Risistemare la bicicletta da sé è anche un modo per imparare a conoscerla a fondo, comprendere i suoi meccanismi interni, sviluppare senso di responsabilità e rispetto. E poi una bici in ottime condizioni dura più a lungo ed è più divertente da utilizzare.

fare manutenzione della bici

1- Pulizie di primavera

Ci vuole disciplina. In fondo lo sosteneva anche il maestro Miyagi, quello di “dai la cera, togli la cera”: la via della perfezione passa attraverso la pulizia. Armiamoci dunque di stracci e sapone di Marsiglia diluito in acqua per togliere polvere e incrostazioni, e poi asciughiamo tutto con cura.  

2 – Trasmissione e pignoni

Serviranno spazzolino, pennello e tre tipi di olio: quello lampante, quello al teflon e quello di gomito, al tempo stesso il più prezioso e l’unico non in commercio. Il pennello intriso di petrolio lampante è utile per raggiungere ogni punto di catena, pignoni e corone. Sulla catena della bicicletta si spruzza infine un po’ di olio al teflon.

catena bicicletta

3 – Gomme e ruote

Non esistono camere d’aria a tenuta stagna, e perciò un abbassamento della pressione delle gomme è inevitabile, soprattutto se non l’abbiamo tenuta sollevata e appesa alla parete o al soffitto. Una pompetta semplice per bici da città o una più professionale pompa con manometro saranno fondamentali. Meglio verificare che gli pneumatici siano integri, e controllare che i cerchi girino senza provocare attrito per non provocare danni ai copertoni o ai pattini dei freni.

4 – I freni

Una semplice verifica: si fanno girare le ruote, una alla volta, e si azionano le rispettive leve dei freni, osservando come reagiscono. Se il movimento impiega troppo tempo per fermarsi va regolata la tensione del cavo. Le pastiglie dei freni devono essere pulite, non secche o screpolate – altrimenti sono vecchie – e poco usurate, altrimenti vanno sostituite.

raggi bicicletta

5- Evitiamo i fischi

La bici fischia in frenata? Niente paura, è l’attrito: basta regolare le pastiglie in modo che tocchino la ruota simultaneamente, o al massimo prima con quella anteriore. Se la ruota fischia lo stesso, e non solo azionando in freni, forse è colpa del cerchio, storto o deformato. Capovolgiamo la bici e facciamo girare le ruote, osservandole da tutte le angolazioni. Se sbandano bisogna ricentrarle.

Ora siamo pronti per la prima gita di stagione!