Bici e anziani: uno sport che non invecchia

Dalle biciclette elettriche alle comode tre ruote, sono tante le soluzioni per mantenersi in forma e attivi in età avanzata

“È come andare in bicicletta” diciamo comunemente, riferendoci a un’abilità che abbiamo appreso tanto tempo fa e che nonostante la mancanza di pratica non abbiamo mai dimenticato.

Il piacere di una pedalata non ha età, ed è importante, se possibile, mantenere questa sana abitudine anche nella vecchiaia: fa bene al corpo, alla mente e sicuramente anche al cuore.

Senza dimenticare il fatto che la bici aiuta a mantenere autonomia, è un piacevole passatempo, un mezzo di trasporto utilissimo e infine anche una “cura” per tanti malanni.

Forse le due ruote – o le tre ruote, come vedremo – sono il segreto dell’eterna giovinezza.

1 – E-bike, comode e versatili

Bicicletta anziani e sportLe biciclette elettriche sono apparse sul mercato in tempi relativamente recenti, rispetto alla bici tradizionale, e almeno inizialmente sono state considerate un mezzo destinato agli anziani.

Un pregiudizio che è stato definitivamente superato grazie al boom delle e-bike nello sport, anche estremo, nella vita quotidiana e nel cicloturismo, specialmente in montagna.

Allo stesso tempo, per la fascia di popolazione più anziana possono rappresentare una soluzione perfetta per la mobilità in città.

Al momento di comprarne una, però, meglio valutare alcuni fattori. Si consiglia una bici comoda, su cui è facile montare e smontare: magari senza canna orizzontale. I copertoni larghi assorbono meglio le vibrazioni della strada. Quanto al motore, meglio che non parta, per così dire, “in quarta”, ma si inserisca in maniera graduale.

Un test prima dell’acquisto è fondamentale.

2 – Quando tre ruote è meglio: i tricicli

La parola triciclo spesso è associata al mondo dell’infanzia. Al contrario, è un termine neutro, che fa riferimento solamente al numero di ruote. E averne tre a disposizione fa veramente la differenza quando, come può accadere invecchiando, l’equilibrio diventa un po’ precario e sopraggiungono problemi di mobilità.

In fondo perché rinunciare a un piacere tanto genuino e salutare? In commercio esistono tricicli per adulti anche in versione elettrica, con pedalata assistita, per permettere a chi li utilizza di sforzarsi in modo meno intenso ma comunque regolare.

Un altro vantaggio è la possibilità – alcuni modelli lo consentono – di piegarli, in modo da poterli trasportare facilmente in treno, sull’autobus, nel bagagliaio di un’auto.

3 – Quanto fa bene la bicicletta ai senior

Ad una certa età le articolazioni si fanno sentire. Per questo motivo non tutte le attività sportive sono adatte a una persona che si è abbondantemente inoltrata nel territorio degli “anta”: alcune sono decisamente da sconsigliare.Anziani e sport bicicletta

Ottime notizie, però: la bicicletta si rivela una soluzione ideale per mantenere una buona mobilità delle gambe senza troppo gravare sulle articolazioni, i legamenti e i muscoli.

Grazie a questo movimento circolare ci si tonifica, si potenzia l’equilibrio, si favorisce la circolazione, si diminuisce la pressione, si evita di accumulare peso, si migliora la capacità polmonare.

E non dimentichiamo l’effetto della bicicletta sull’umore, grazie al rilascio di endorfine. La bici è una fonte di benessere psicologico, irrobustisce l’appetito e aiuta a sentirsi piacevolmente rilassati al momento di andare a dormire.

Il ciclismo, assunto con moderazione e prudenza, è un “medicinale” senza controindicazioni.